MINISTRO FONTANA E SOTTOSEGRETARIO ZOCCANO INCONTRANO FEDERAZIONE DISABILI FAND: "TAVOLO DI CONFRONTO CON ASSOCIAZIONI"

19 giugno 2018

ROMA, 19 GIU - Un tavolo di confronto tra ministero e associazioni della disabilità. E’ la proposta che ha lanciato il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana incontrando questa mattina al ministero - insieme al sottosegretario Vincenzo Zoccano - la Federazione tra le Associazioni nazionali dei disabili (Fand), con il suo presidente Franco Bettoni e i rappresentanti delle sette associazioni gemelle che si occupano di disabilità.

“La prima fase di questo ministero - costituito per la prima volta nella storia - sarà l’ascolto e l’incontro. Ogni legge e ogni azione dovranno partire dalla quotidianità delle persone che vivono la disabilità, affinché ogni intervento abbia la massima efficacia. Per dare risposte è fondamentale capire le esigenze, a partire da quelle più concrete”. “Quello di oggi - ha precisato il ministro - è stato un primo incontro, in cui si sono già abbozzate le priorità, e a cui faranno seguito successivi appuntamenti, anche con le altre rappresentanze, a cui ovviamente avanzeremo l’invito al tavolo”.

Il sottosegretario Zoccano - già presidente del FID (Forum Italiano sulla Disabilità), già componente della direzione nazionale  dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e già presidente della Consulta delle Associazioni di Persone Disabili e delle Loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia - ha sottolineato come quello di oggi rappresenti “l’avvio di una collaborazione importante” rimarcando che “il nostro faro è la convenzione Onu sulla disabilità”. L’obiettivo, a questo riguardo - ha evidenziato Zoccano - è “dare piena compiutezza alla ratifica della Convenzione, avvenuta con la legge 18 del 2009”. La proposta del sottosegretario è quella di sottoscrivere un “documento di legislatura che possa aiutarci, d’intesa col legislatore, a dare nuovo impulso ai diritti delle persone con disabilità e alle rispettive famiglie”.

Il  presidente Fand Bettoni ha rimarcato “l’importanza di un ministero della disabilità”, come “interlocutore deputato ad affrontare temi fino ad oggi frammentati tra competenze differenti”. Bettoni si è detto "ottimista sulle potenzialità del dicastero" e ha garantito la "piena collaborazione di tutta la federazione per portare avanti le esigenze delle persone con disabilità". Un primo report delle priorità è già stato redatto dalla Fand. 

Torna all'inizio del contenuto